domenica 6 febbraio 2011

Il blu

Il blu su sfondo nero risplende luminoso e puro. Dove predomina l'ignoranza, cioè il nero, il blu della pura fede brilla come una luce lontana.
Il blu su sfondo giallo è molto scuro e privo di lucentezza. Dove governa il chiaro intelletto (giallo), il credente (blu) appare ottuso e poco illuminato. Il blu schiarito fino a raggiungere la luminosità del giallo splende di luce fredda e degrada il giallo ad un effetto di pesante materialità.
Il blu su campo verde tranquillo viene violentemente respinto verso il rossiccio.
Il blu su campo viola appare isolato, vuoto e privo di forza. Il viola, con la sua robusta sicurezza di fedele praticante, gli toglie ogni significato.
Il blu sul rosso/arancio conserva la sua forza scura, afferma la sua autonomia dando luogo ad un effetto surreale.
Il blu su fondo marrone cade in un tremito violentissimo. Il bruno per simultaneità, riacquista vivacità. Il bruno, che credevamo morto, festeggia così la propria resurrezione avvenuta ad opera del blu.

(Tavole realizzate da L. Bocca)

Nessun commento:

Posta un commento