lunedì 20 dicembre 2010

(Geografia 1) La rappresentazione del mondo di Fuller




Il Dymaxion di Fuller (ricostruzione L. Bocca)

Nel 1946 l’architetto-ingegnere americano Buckminster Fuller crea il Planisfero Dymaxion, una originale rappresentazione bidimensionale della terra messa all’interno di un poliedro, l’icosaedro (formato da venti triangoli equilateri).
In sostanza una nuova percezione della terra.
A parte il vantaggio di avere meno distorsione delle dimensioni delle aree geografiche, la proiezione di Fuller non ha un “sopra” e un “sotto”, un “nord” e un “sud”, non esiste un modo univoco di rappresentare il mondo come nelle proiezioni di Mercatore dove al centro della mappa c’è l’Europa ed evidenti sono le distorsioni delle superfici avvicinandoci ai poli.
Non c’è la presentazione del nord in alto e del sud in basso; dispiegando in modo diverso le facce dell’icosaedro si possono ottenere diverse viusualizzazioni bidimensionali.

2 commenti:

  1. salve mi chiamo Santo

    complimenti per il blog, ignoravo totalmente cosa fosse un planisfero dymaxion e ora ne ho realizzato uno ho realizzato uno, grazie

    RispondiElimina
  2. Grazie Santo per i complimenti. Sono felice che hai potuto realizzare anche tu un planisfero dymaxion. La ricerca continua e passa attraverso attraverso la Geografia e la Geometria.
    Lorenzo

    RispondiElimina