mercoledì 29 dicembre 2010

(Geografia 3) La carta Mercatore








(schemi realizzati da L. Bocca)

La proiezione su un piano della superficie terrestre porta inevitabilmente alla deformazione dell’oggetto da rappresentare. La carta geografica Mercatore (cartografo fiammingo che nel 1569 realizzò una carta che risponde alle esigenze degli esploratori, mercanti e naviganti) che vede il rapporto tra gli angoli inalterato è la più conosciuta e utilizzata, ma crea distorsioni sempre più grandi man mano che ci si allontana dall’equatore; ai poli la distorsione è massima. Così la Groenlandia appare con una superficie pari a quella dell’Africa che, in realtà, è quattordici volte più grande. Il confronto tra Groenlandia e Cina, Europa e Sud America, Scandinavia e India, Ex Unione Sovietica e Africa sono altri esempi della scarsa fedeltà alla realtà della carta Mercatore. Non è un problema solo di superficie geografica ma soprattutto di valenze culturali a vantaggio delle grandi potenze coloniali. La carta Mercatore rispecchia la mentalità eurocentrica dell’Europa del XVI secolo che ha l’ambizione di sfruttare terre lontane attraverso la conquista e il dominio coloniale. Se si tracciano le due diagonali sulla carta, si scopre che l’Europa conicide esattamente con il suo centro diventando quindi simbolo della conquista europea del mondo. Appare sconcertante il confronto tra la superficie del nord e del sud del mondo dove la linea dell’equatore non divide la carta in due parti uguali ma è posizionata nella parte meridionale dell’emisfero. Mercatore dunque fornisce una immagine del mondo distorta e non accettabile soprattutto dal punto di vista dei popoli del sud.

venerdì 24 dicembre 2010

Positivo vs Negativo

Positivo (acrilico su cartone 50 cm x 50 cm, Lorenzo Bocca)
Negativo (acrilico su cartone 50 cm x 50 cm, Lorenzo Bocca)

Positivo: A,D,B,A,A,B,C,D; C,B,C,B,D,A,B,C; D,A,B,A,B,D,A,C; B,A,D,C,C,B,B,B; A,D,B,B,C,C,D,A; D,C,A,A,D,C,B,C; B,B,A,D,B,B,C,B; C,B,C,D,A,D,B,A.
Negativo: C,B,D,C,C,D,A,B; A,D,A,D,B,C,D,A; B,C,D,C,D,B,C,A; D,C,B,A,A,D,D,D; C,B,D,D,A,A,B,C; B,A,C,C,B,A,D,A; D,D,C,B,D,D,A,D; A,D,A,B,C,B,D,C.

martedì 21 dicembre 2010

(Geografia 2) La carta rovesciata del mondo

agenda 2011 Moleskine con carta del mondo (colorata da L. Bocca)


La geografia non è neutrale. Anche la Moleskine Weekly Notebook 2011 riporta la carta geografica del mondo in piena tradizione Mercatore con una visione eurocentrica ed evidenti distorsioni di superfici rispetto alla realtà. Anche una carta geografica rovesciata può fa riflettere sulla necessità di dare agli “altri” la dignità che loro spetta.

lunedì 20 dicembre 2010

(Geografia 1) La rappresentazione del mondo di Fuller




Il Dymaxion di Fuller (ricostruzione L. Bocca)

Nel 1946 l’architetto-ingegnere americano Buckminster Fuller crea il Planisfero Dymaxion, una originale rappresentazione bidimensionale della terra messa all’interno di un poliedro, l’icosaedro (formato da venti triangoli equilateri).
In sostanza una nuova percezione della terra.
A parte il vantaggio di avere meno distorsione delle dimensioni delle aree geografiche, la proiezione di Fuller non ha un “sopra” e un “sotto”, un “nord” e un “sud”, non esiste un modo univoco di rappresentare il mondo come nelle proiezioni di Mercatore dove al centro della mappa c’è l’Europa ed evidenti sono le distorsioni delle superfici avvicinandoci ai poli.
Non c’è la presentazione del nord in alto e del sud in basso; dispiegando in modo diverso le facce dell’icosaedro si possono ottenere diverse viusualizzazioni bidimensionali.

mercoledì 15 dicembre 2010

Truchet rivisitato

Composizione modulare della Tavola n. 5 di Sebastien Truchet

Schema composizione moduare della tavola n. 5

Il Truchet della Tavola n. 5 rivistato (Lorenzo Bocca, acrilico su cartone, 50x50)

venerdì 10 dicembre 2010

giovedì 9 dicembre 2010

Le infinite combinazioni di Sebastien Truchet

Il titolo del libro di Truchet
Un quadrato diviso secondo una diagonale

Un quarato bicolore

Tavola 1, le quattro varianti A,B,C,D

Tavola 2, le 16 varianti della combinazione di due quadrati

Tavola 2, le 16 varianti della combinazione di due quadrati

Tavola 3/2, la combinazinone delle varianti da 17 a 32 delle 64 varianti di tre quadrati

Tavola 3/2, la combinazione delle varianti da 17 a 32 delle 64 varianti di tre quadrati

Grafico delle possibili permutazioni per la combinazione di quattro quadrati

Tavola 4/15 con le varianti da n. 225 a n. 240 della combinazione di quattro quadrati
(grafici, note e disegni di Lorenzo Bocca)

Nel 1722 il Religioso Sebastien Truchet, descrive in un preziosissimo e raro libro (primo e vero e proprio trattato sulla teoria del disegno) le osservazioni che Padre Dominique Douat aveva fatto qualche anno prima elaborando un metodo per realizare una infinità di disegni partendo dalla figura geometrica del quadrato.
Diviso in due parti dalla diagonale ruotata, da origine a quattro varianti contrassegnate dalle lettere dell’alfabeto A B C D.
Mettendo in ordine le lettere secondo le varie possibilità combinatorie si ottengono una infinità di possibilità geometriche.
Il raggruppamento di due quadrati da origine a 16 varianti, tre quadrati a 64 varianti, quattro quadrati a 256 varianti e così via.
Attraverso le varie combinazioni, qui risolte utilizzando un grafico ad albero (non definendomi certo un matematico), si possono creare meravigliose composizioni geometriche.
E' il caso di dire che il lavoro quindi è appena iniziato…..

venerdì 3 dicembre 2010

Il Maestro

Cavaliere, mosaico su carta, 1969, Lorenzo Bocca
Ieri ho incontrato il mio Maestro di quinta elementare. Posso dire di essere stato favorevolmente sorpreso quando mi ha chiesto "Lorenzo, conservi ancora il mosaico delle elementari?"?

mercoledì 1 dicembre 2010

Biblioteca di Babele - Composizione 2/14

Lorenzo Bocca - Biblioteca di Babele - Composizione n. 2/14 - acrilico su cartone (50 cm x 50 cm)

Continua la ricerca intorno al racconto "La Biblioteca di Babele" di Borges ed alla figura geometrica dell'esagono. Ecco la composizione 2 su 14.