domenica 8 agosto 2010

La stele in Piazza della Loggia di Carlo Scarpa

Palazzo della Loggia
La stele e la piazza
La stele commemorativa
Il basamento
rilievo della stele (Arch. L. Bocca)
Il 28 maggio 1974, nel corso di una manifestazione sindacale, con un attentato terroristico, gruppi neofascisti fecero esplodere una bomba in Piazza della Loggia a Brescia. L'attentato provocò la morte di otto persone ed il ferimento di altre centodue. In ricordo del vile attentato, nel settembre 1974, l'Amministrazione Comunale incaricò l'Architetto Carlo Scarpa di redigere un progetto di sistemazione della piazza. Scarpa studia diverse soluzioni, partendo dal basamento sbrecciato di un pilastro del portico, fino alla completa ripavimentazione della piazza. Scarpa è turbato ed il progetto molto travagliato con numerosi ripensamenti. Nel 1976, con l'approssimarsi del secondo anniversario dell'attentato, l'Amministrazione Comunale sollecitò Scarpa per l'approntamento di una soluzione che doveva risultare provvisoria. Prese così piede l'idea di realizzare un cippo commemorativo che alla fine si concretizzò invece nella scelta di una colonna celebrativa. Per la stele Scarpa voleva una vera pietra romana. La colonna venne smussata e squadrata, gli angoli tagliati. La lapide con l'indicazione dei nomi delle vittime venne appaesa alla colonna e fissata con il peso di un cubo in ottone dorato recante la data della strage. L'opera fu conclusa con la realizazione di una sorta di transenna formata da aste cilindriche in legno collegate con elementi in ottone.

Nessun commento:

Posta un commento