lunedì 7 giugno 2010

Il club dei puristi

Nell'era del computer, la matita non è morta, anzi, il tempo l'ha resa un oggetto di culto. Le più famose sono le gialle esagonali che non rotolano mai a terra. Sono gialle dal 1890 non soltanto per individuarle più facilmente sulla scrivania ma anche perchè nell'ottocento la migliore grafite arrivava dalla Cina. Il colore giallo quindi era il miglior modo per certificarne la qualità. La matita non è morta: in America esistono numerose associazioni che preservano il destino della matita. Club di puristi si battono per la conservazione della scrittura manuale, altri, come la Colored Pencil Society of America (http://www.cpsa.org) promuovono il disegno a matita e organizzano annualmente concorsi per aspiranti artisti.
La matita non è morta!

Nessun commento:

Posta un commento